Il cibo del risveglio

Scrittrice e documentarista, Selene Calloni Williams è autrice di numerosi libri e documentari a tema psicologia ed ecologia profonda, sciamanesimo, yoga, filosofia e antropologia.

In Oriente, e precisamente in Sri Lanka, Selene studia e pratica anche, per svariati anni, la meditazione buddhista Theravada.

Tornata in Europa, si laurea in psicologia con una tesi sullo Yoga Integrale e ottiene un master in screenwriting presso la Napier University di Edimburgo.

La possibilità di abbracciare insegnamenti orientali ed occidentali è assai preziosa perché capace di tradurre il messaggio orientale in modi adeguati alle modalità di ricezione della psiche degli occidentali.

Il suo nuovo libro “Il Cibo del Risveglio” stravolge le teorie psicologiche più comuni sull’alimentazione e ci presenta l’esperienza spirituale diretta del cibarsi.

L’idea è di fare un viaggio attraverso molteplici tradizioni spirituali allo scopo di comprendere l’altro lato dell’alimentazione, quello che non c’entra con il calcolo delle vitamine o delle calorie, ma che è incommensurabile e riguarda l’aspetto invisibile del consumare altre vite.        

Recuperare la visione dell’anima è fondamentale per esperire tutto il significato del mangiare.

Fintanto che un’azione non è compresa e onorata nella sua totalità non può essere né utile né liberatoria, ma continuamente imprigiona l’individuo in una ripetitività meccanica che lo rende vittima.

Ed essere vittime del cibo che si mangia è l’assurda nevrosi a cui conduce la civiltà del profitto.

Libertà, salute, creatività, ricchezza, fertilità, serenità, pace, amore, rispetto, gioia e conoscenza hanno inizio da ciò che portiamo alla bocca e da come lo facciamo.

Attraverso il cibo e il modo in cui mangiamo, possiamo guarire non solo il nostro corpo, ma anche le emozioni, i comportamenti, il rapporto con il denaro, le relazioni e rendere splendente e libero il nostro destino.