Che cos’è il talento?

Il talento è l’immagine unica che ti definisce e con la quale sei venuta al mondo: è la tua carta d’identità esistenziale, la tua tendenza naturale, il perno invisibile attorno al quale ruoti e sul quale si fondano la tua realizzazione e la tua felicità.

Il talento è dato dalla somma di ciò che ti piace fare + qualcosa che sai fare bene + qualcosa che gli altri ti dicono che sai fare bene.

Il talento unisce tre concetti: il concetto di piacere (provi una certa soddisfazione nel farlo), il concetto di facilità (riesci a farlo tutte le volte che vuoi, senza problemi) e il concetto di riconoscimento esterno (gli altri vedono con chiarezza che è una tua peculiarità). Questa definizione dimostra che, in fondo, non è niente di speciale: chiunque può avere anche molti talenti.

I moderni studi neurofisiologici hanno confermato che esisterebbe una specifica area cerebrale nella quale avrebbe sede il talento: è il cosiddetto cervello antico, cioè l’area limbica (detta anche “zona solare”), sede del talento e dove si accende la scintilla della creatività. 

Ecco come puoi individuare i tuoi talenti:
Fai una lista delle tue passioni. Cosa ti piace fare? Cos’è che faresti per ore senza mai stancarti? Per aiutarti, prova a pensare anche al modo in cui passavi il tempo da piccola o a quali sono le attività a cui ti dedichi nel tempo libero. Elenca le tue passioni, anche quelle che ti sembrano stupide o inutili. 

Fai una lista di attività in cui sei brava. Non si tratta di capire in quale disciplina potresti stabilire un record, ma di pensare a cose che ti vengono bene, anche a detta degli altri. Sei brava a mettere in ordine gli armadi, a parlare in pubblico o a fare la torta di mele, per esempio. Elenca almeno 10 voci.

Chiedi agli altri di fare una lista delle tue competenze. Seleziona parenti, amici, colleghi a cui chiedere secondo loro in cosa sei brava. Molto spesso, infatti, il vero problema è che non riusciamo a riconoscere i nostri talenti.  Le persone che ci guardano dall’esterno possono darci indicazioni preziose sulle nostre capacità.

Risultato: ogni voce che ricorre in tutti e 3 gli elenchi è un tuo talento.

Nota letteraria: che cos’è la parabola dei talenti?
Si tratta di un racconto allegorico narrato nel Vangelo di San Matteo: un uomo parte per un viaggio e affida ai suoi tre servi parte delle sue ricchezze. A uno dà cinque talenti, a uno tre, all’ultimo uno. I primi due, durante l’assenza dell’uomo, si danno da fare per far fruttare quanto ricevuto, l’ultimo invece lo va a nascondere. Al ritorno del padrone i primi due gli restituiscono la somma raddoppiata, ricevendo grandi lodi. Il terzo servo presenta il talento che aveva tenuto nascosto, ricevendo una severa censura. La morale che vuole promuovere questo bel racconto è evidentemente che va fatto fruttare ciò che ci viene dato.